Le rovine dell'essere di Lorenzo Antonio Ilare

La raccolta comprende i testi selezionati della prima fase poetica dell’autore. Essa costituisce, infatti, la prima silloge di un progetto più ampio che è nato negli anni (ed è sempre in fieri, in quanto aperto sempre a nuove suggestioni). Il filo conduttore è il continuo disvelarsi delle cifre d’esistenza che, esemplificandosi nel classico rapporto io - mondo, portano l’“io poetico” non solo a maturare sempre più sulla sua condizione umana ma anche a perseverare nella sua intima ricerca di senso della vita, delle cose e delle esperienze vissute. Le poesie qui presentate sono nate dalla contemplazione quotidiana della realtà e da momenti di vita differenti (si parte dal periodo liceale - universitario, fino ad arrivare a quello più maturo di qualche anno fa). La disposizione, essendo cronologica, porta i componimenti non solo a comunicare tra loro ma a manifestare anche diverse modalità enunciativo - espressive (a poesie iniziali prevalentemente monologiche si afferma via via l’intrusione o di voci esterne, non ben definite, oppure di figure, personaggi legati alla vita del poeta). Nella quasi totalità dei testi, i versi sono liberi e non si fa riferimento a particolari schemi metrici o strofici. Sono presenti solo sporadiche eccezioni: ad esempio, in Alla fine di aprile l’autore è ricorso all’elaborazione della struttura metrica di una pastorella provenzale di Marcabruno, in Freddo + Attesa all’anti - tradizione futurista, mentre, in molti altri casi, si ripresenta la volontà di giocare con le parole e i loro suoni così da veicolare meglio il messaggio di fondo delle poesie (esempi sono L’amor fina e La meccanica).


Lorenzo Antonio Ilare è nato a Rho, in provincia di Milano, nel 1990. Dopo il conseguimento del diploma al Liceo sociopsicopedagogico, ha conseguito la laurea triennale e poi magistrale in Lettere Moderne, nel 2016, presso l’Università degli Studi di Milano. L’amore per la scrittura è nato al liceo “C. Rebora”, grazie alla frequentazione di giovani coetanei appassionati di letteratura e poesia. Sempre nella stessa scuola, egli ha collaborato con il giornalino scolastico pubblicando poesie e articoli legati all’attualità d’allora. L’approccio con l’arte poetica, inizialmente, è stato molto elementare: egli scriveva soprattutto componimenti d’amore, anche se già cominciava a farsi strada la tendenza verso una certa poesia “di denuncia” e di stampo civile. L’esercizio della scrittura ha permesso all’autore, in passato molto timido e schivo, di conoscere meglio i propri sentimenti e di manifestarli. Questo processo di “scoperta di se stesso” dura tuttora. Oggi, l’autore coniuga la passione per l’insegnamento (lavora come docente presso una scuola secondaria di Primo Grado dell’hinterland milanese), con l’amore per l’arte poetica e la musica. Finora, l’autore ha pubblicato alcuni suoi componimenti per due raccolte dal titolo Poesie % Autori % Poesie (AA.VV.) e Poesie % Autori % Poesie vol. 2 (AA.VV.), edite da Edizioni Amande, Casier (TV).