Lo scrittore eterno muore ogni quarto d'ora

Uno scrittore molto famoso si impone di scrivere
almeno duemila parole al giorno: dice che quella è la
sua palestra per non dimenticare come si fa. Ecco
come rovinare ciò che resta della letteratura.
***
da: "Lo scrittore eterno muore ogni quarto d'ora" di #diegococco (curatore #ivano_mingotti - #collana_nuove_luci)