Tecla Terazzi: “Il canto della Sibilla”

€9.90

L'autrice ha iniziato a scrivere poesie durante gli anni del liceo, scegliendo volta per volta quello che le ispirava il momento, anche solo la luce intensa del sole e la leggera brezza di primavera che spirava fuori dalle finestre dell'aula, oppure le vicende della sua vita fino ad oggi. Vicende non sempre gioiose, anzi talvolta traumatiche, ma certamente profonde e vissute intensamente. E se la poesia inizialmente può essere stata uno sfogo, si è rivelata soprattutto un modo per sublimare i sentimenti e le emozioni provati portandoli sulla carta per poterli esternare e ripensare per così dire più “lucidamente”.
I versi, poi, sono liberi nello schema adottato e vedono qui e là un recupero di termini desueti o un giocare sulle parole, sui suoni e sulle rime piuttosto futuristico. Infine, come denotano anche le uniche due poesie scritte in latino, l’ascendenza letteraria cui si fa costante riferimento è quella classica, seppure riadattata volta a volta agli argomenti prescelti.
Anno edizione: 2021
Pagine: 52 p., ill. , Brossura
EAN: 9788897681595

Categoria Edizioni Amande